Come si prepara il thè

Come si prepara il thè

Per preparare un buon tè occorre che le foglie siano naturalmente di ottima qualità. Ma non è tutto, un altro fattore importante è l’acqua:secondo i maestri cinesi dovrebbe essere quella che sgorga pura dalle sorgenti di montagna;in mancanza di questa,meglio usare acqua oligominerale non gasata, che va scaldata in bollitori di ferro smaltato, di acciaio o di vetro da fuoco,ma mai di alluminio,che lascia residui,o di terracotta,che trattiene il calore.

Anche la temperatura dell’acqua è molto importante:per i thè neri è all’inizio dell’ebolizzione,per i thè verdi e per gli oolong invece l’acqua va portata a ebolizzione e poi lasciata intiepidire fino a 75-80°C per i primi e 80-85°C per i secondi.

Pure la teiera ha le sue regole; deve essere di porcellana,di ceramica, o di terracotta,ma non di metallo per evitare alterazioni nel sapore,l’unica eccezione è l’argento.

Ecco le fasi per preparare l’infuso:

Scaldare la teiera con acqua bollente,mettervi il tè dentro,sfuso o nell’apposito contenitore,calcolando un cucchiaino per ogni tazza da preparare più uno. Se si usa il tè in bustina,va calcolata una bustina a tazza. Portare poi a ebolizzione l’acqua e quando avrà raggiunto la giusta temperatura versarla nella teiera.

Mescolare velocemente con un cucchiaino e lasciar in infusione da 3 a 5 minuti al massimo (il tempo dipende dalle grandezze delle foglie di thè più sono piccole e meno necessitano di tempo).

Senza più mescolare,versare il thè filtrandolo attraverso un colino d’acciaio, di stoffa,di legno,d’argento senza pressarlo, riempendo le tazze non una dopo l’altra, ma tutte poco per volta in modo che abbiano il thè nella stessa diluizione.

Come si prepara il thèultima modifica: 2021-03-24T15:27:57+01:00da save1098
Reposta per primo quest’articolo